rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Parco Ducale

Il precariato da 250 euro al mese: venerdì in scena al Teatro al Parco

Mi chiamo Roberta, ho quarant'anni, guadagno 250 euro al mese. Spettacolo tratto dall'inchiesta di Aldo Nove inserita nell'iniziativa Il futuro del lavoro, in collaborazione con Cgil, Cisl e Uil

Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese. L'inchiesta sul precariato affrontata da Aldo Nove edita nel 2006 da Einaudi Stile Libero approda a teatro con lo spettacolo omonimo con la drammaturgia di Francesca Fracassi, Renzo Martinelli e Aldo Nove, in scena il prossimo 11 gennaio al Teatro al Parco. Un tema che ingloba realtà diverse di tutta Italia, accomunate da quell'instabilità economica che non consente di comprare casa, costruire una famiglia. Storie messe in luce attraverso l'inchiesta di Nove attraverso una modalità particolare, il racconto commento sulla base delle testimonianze raccolte nella penisola.

Uno sguardo non più solo giornalistico, ma anche da osservatore narratore che, nella drammatizzazione per teatro si focalizza principalmente su una sorta di fusione tra l'esistenza dell'individuo nella realtà attuale e il precariato che gli impedisce di costruirsi un futuro sereno. Ad arricchire lo spettacolo la musica dal vivo che avrà parte attiva nella scena, una sorta di viaggio che lo spettatore compirà grazie alle note dell'artista Guido Baldoni accompagnato dalla protagonista e dalle storie raccolte. Lo spettacolo fa parte dell'iniziativa realizzata all'interno della stagione del Teatro delle Briciole 2012/13 in collaborazione con i sindacati Cgil, Cisl e Uil.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il precariato da 250 euro al mese: venerdì in scena al Teatro al Parco

ParmaToday è in caricamento