Prefabbricati Parma: partenza imminente della cooperativa?

Il gruppo di ex dipendenti e contoterzisti della Prefabbricati Parma da mesi lavora per l'apertura di una cooperativa per preservare il posto riuscendo ad affittare un ramo d'azienda. Incontro con i sindacati per i dettagli

Lavoratori Prefabbricati Parma

Cauto ottimismo tra gli ex dipendenti della Prefabbricati Parma in vista del concretizzarsi di una cooperativa di lavoratori per l’affitto di un ramo d’azienda dopo la chiusura definitiva per fallimento. Mesi difficili per i lavoratori tra iniziative di protesta e incontri con i vertici della sede di Colorno supportate dai sindacati nell’intento di scongiurare la chiusura prima di decidere di avviare un nuovo progetto per scongiurare la perdita del lavoro. L’alternativa che si potrebbe profilare è la creazione di una cooperativa composta da un gruppo di lavoratori ed ex contoterzisti della Prefabbricati Parma disposti a prendere in mano una parte dell’impresa e tenerla in vita con l’affitto di un ramo d’azienda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mesi difficili anche per la relazione negativa stilata dal commissario che ha ritenuto non ci siano i numeri per una partenza autonoma del concordato. Il giudice aveva indetto un incontro tra le parti per poter stabilire gli estremi per un'omologa del concordato. Dopo la notizia del fallimento per la revoca del concordato del 18 febbraio scorso a seguito della richiesta di fallimento da parte del Pubblico Ministero e il deposito dei libri in tribunale da parte dell’azienda, il gruppo di ex dipendenti ha portato avanti con determinazione la decisione di realizzare il progetto per salvare i posti di lavoro, nonostante gli ostacoli e le difficoltà economiche. Il vantaggio che potrebbe derivare dal fallimento dell’azienda potrebbe essere quello di accorciare i tempi di ricezione degli incassi per i lavoratori prefigurando un avvio imminente della cooperativa. L'attesa ora è per l’incontro tra i rappresentanti e i sindacati previsto per la settimana prossima, per definire i dettagli del progetto e le modalità della sua partenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento