menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Prefetto Giuseppe Forlani in visita al Museo del Salame al Castello di Felino

La mattina dell'8 aprile il Prefetto di Parma Giuseppe Forlani ha visitato con il Vice Presidente del Circuito Musei del Cibo della Provincia di Parma Albino Ivardi Ganapini ed il Sindaco di Felino Maurizio Bertani, il Museo del Salame al Castello di Felino

La mattina dell'8 aprile il Prefetto di Parma Giuseppe Forlani ha visitato con il Vice Presidente del Circuito Musei del Cibo della Provincia di Parma Albino Ivardi Ganapini ed il Sindaco di Felino Maurizio Bertani, il Museo del Salame al Castello di Felino. Il Museo del Salame Felino è ospitato nelle suggestive cantine del Castello di Felino. Costruito nell’890 dal nobile Marchese Luppone, il maniero venne ampliato e fortificato raggiungendo il massimo splendore con Pier Maria dei Rossi. Appartenuto in successione ai Pallavicino, agli Sforza e poi ai Farnese, l’antico maniero domina la vallata fra i torrenti Parma e Baganza e oggi ospita un ristorante di charme. 

Organizzato in cinque sezioni, il percorso di visita inizia con le testimonianze storiche del rapporto tra Felino ed il suo prodotto-simbolo. La seconda sezione, dedicata alla gastronomia e collocata negli affascinanti ambienti delle cucine, presenta l’impiego gastronomico del salame a Parma, con un singolare esempio di integrazione tra produzione e consumo in un’azienda agricola del XVII secolo. Nella sala grande si trova la sezione relativa a norcineria e produzione casalinga dell’insaccato, con un’ampia rassegna di oggetti appartenuti ai norcini e alle famiglie contadine. 

La sala successiva racconta la tecnologia di produzione, rappresentandone le caratteristiche salienti dalle origini fino alla tecnologia attuale con la “carta d’identità” del prodotto odierno. Il museo rappresenta un’occasione per far conoscere e apprezzare non solamente l’essenza del principe dei salami, ma il territorio e la comunità di cui è espressione, a partire dalla qualità delle materie prime, fino alla sapienza delle mani che continuano a lavorarlo. Il Museo del Salame Felino si inserisce nel circuito dei Musei del Cibo della provincia di Parma, dedicati ai prodotti tipici del territorio parmense, che dal 2004 ad oggi hanno accolto più di 100.000 visitatori. Ne fanno parte anche: il Museo del Parmigiano Reggiano, a Soragna e il Museo del Prosciutto a Langhirano, tutti in provincia di Parma. Luoghi di fonti e racconti di grande fascino, i Musei del Cibo si offrono come centri dell’accoglienza, dell’esperienza dei sensi e di approfondimento della cultura dei prodotti tipici del territorio, perché non se ne perdano storia e tradizioni. La Commissione Europea ha riconosciuto l'IGP - indicazione geografica protetta - al Salame di Felino tra febbraio marzo 2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento