Sant'Ilario, la critica di Buzzi: "Contrari alla benemerenza alla Fondazione Toscanini"

Il capogruppo di Forza Italia: "i tratta infatti di un ente che non ha nessun merito nella crescita civile e culturale di Parma, anzi. Dal 1994 quando è stata creata, la Fondazione Toscanini ha goduto e ancora gode di ingentissimi finanziamenti pubblici da parte della Regione Emilia-Romagna"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Siamo assolutamente contrari alla consegna della civica benemerenza alla Fondazione Arturo Toscanini. Si tratta infatti di un ente che non ha nessun merito nella crescita civile e culturale di Parma, anzi. Dal 1994 quando è stata creata, la Fondazione Toscanini ha goduto e ancora gode di ingentissimi finanziamenti pubblici da parte della Regione Emilia-Romagna sul cui impiego Forza Italia nel corso degli anni ha sempre espresso pesanti dubbi mai chiariti e che non hanno avuto quasi per niente ricadute nella promozione ed il sostegno alla lirica nella nostra città e nella nostra provincia. Finanziando spropositatamente la Fondazione Toscanini, la Regione governata dalla sinistra, ha trovato il modo di distogliere proprie risorse dalla lirica a Parma per impiegarle altrove e per finalità diverse da quelle culturali. Con la scusa degli ingenti finanziamenti a questa fondazione che li ha da sempre usati per pochissime attività a Parma ma soprattutto in giro per l’Italia ed il mondo, la Regione Emilia-Romagna si è tirata completamente indietro dal sostenere economicamente le iniziative liriche su Parma come il Festival Verdi che hanno potenzialità non solo culturali ma anche economiche per il nostro territorio.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento