Premio Venturini a donne 'di valore': candidature fino al 31 gennaio

Edizione 2014 del Premio Pierangela Venturini, istituito dalla Provincia per dare un riconoscimento a donne modello per la collettività. Si possono inviare le segnalazioni all'Ufficio Pari opportunità della Provincia di Parma

Pierangela Venturini

È aperta fino al 31 gennaio prossimo la fase di raccolta delle candidature per l’edizione 2014 del Premio Pierangela Venturini, istituito dalla Provincia e dal Consiglio provinciale di Parma per dare un riconoscimento a donne “di valore”, modello per la collettività: donne che si siano distinte nella loro attività e nella vita nell’affrontare battaglie per i diritti, e che abbiano dimostrato tenacia e costanza nel perseguimento di obiettivi, capacità di distinguersi e di affermarsi anche in ruoli e mondi prevalentemente maschili.

Sulla base delle segnalazioni che arriveranno in Provincia, vagliate da un’apposita commissione, l’8 marzo 2014 il Premio Venturini sarà assegnato a due donne: la prima distintasi a Parma e nel territorio provinciale, la seconda in una dimensione nazionale ed europea. A loro andrà la Violetta d’oro, simbolo di un premio con cui l’ente di piazza della Pace e il consiglio hanno voluto ricordare la figura e l’attività di Pierangela Venturini, avvocato, fondatrice di “Forum donne giuriste”, presidente del Centro antiviolenza di Parma, una donna che all’affermazione e alla difesa dei diritti delle donne e dei minori ha dedicato tutta la vita.

Ricco di nomi eccellenti l’albo d’oro: nel 2010, la prima edizione, le Violette d’oro andarono alla giurista Livia Pomodoro, prima donna a guidare il Tribunale di Milano, e alla giornalista parmigiana Ilaria Notari; nel 2011 alla cantante lirica Mirella Freni e a Suor Maria Assunta Pedrinzani, da sempre al fianco di donne e bambini in difficoltà; nel 2012 alla giurista Fernanda Contri, primo membro donna del Csm, giudice della Corte costituzionale, ministro, alla presidente di “Light on Stalking” Francesca Baleani e all’attrice e autrice parmigiana Franca Tragni; lo scorso anno alla testimone di giustizia antimafia Piera Aiello e alla volontaria parmigiana Emilia Agostini Zaccomer.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le segnalazioni dei nomi per questa quinta edizione, da inviare entro il 31 gennaio 2014, possono essere trasmesse tramite il modulo scaricabile dal sito www.pariopportunita.parma.it, disponibile anche all’Ufficio Pari opportunità della Provincia di Parma. Il modulo potrà essere inviato via mail all’indirizzo pariopportunita@provincia.parma.it o via posta all’Ufficio Pari opportunità della Provincia di Parma, Piazzale della Pace 1, 43121 Parma. I premi saranno assegnati da una commissione composta dall’assessore provinciale alle Pari opportunità, da un assessore designato dal presidente della Provincia, da tre rappresentanti del Consiglio provinciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Coronavirus: stato di emergenza prorogato fino al 31 ottobre

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Coronavirus, è il giorno 'zero': né decessi, né contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento