menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prende a pugni la donna che cercava di truffare con la scusa dello specchietto: denunciato 39enne

L'uomo aveva preso una Mercedes classe A a noleggio e ha fermato la conducente di una Fiat 500 lamentando la rottura dello specchietto: ma lei ha reagito e ha fatto una foto alla targa

Ha tentato di truffare una donna, la conducente di un'auto che ha incrociato in via Emilia Est con la scusa dello specchietto rotto ma lei non si è fatta ingannare ed così ha reagito: un 39enne, poi denunciato dai carabinieri, ha preso a pugni all'addome la donna, scappando subito dopo. Il grave episodio si è verificato nella giornata di ieri, 25 dicembre: l'uomo, che era a bordo di una Mercedes classe A presa a noleggio, ha tentato di mettere in atto la truffa dello specchietto nei confronti di una donna di 40 anni, che era alal guida della sua auto, una Fiat 500, in via Emilia Est, in una zona periferica. L'uomo ha fatto fermare la donna in un luogo isolato e ha lamentato che lei le avrebbe rotto lo specchietto della sua auto in una manovra automobilistica. Come prima cosa ha chiesto 250 euro per risolvere la questione poi, dopo il rifiuto della donna, ha chiesto 100 euro, dicendo che era di fretta e doveva andare a Milano per affari. La conducente non si è fatta ingannare e ha fatto una foto alla targa della Mercedes classe A: a quel punto il 39enne ha reagito con violenza e ha sferrato un pugno all'addome della donna, scagliandole a terra il telefono cellulare, urlandole poi "Vattelo a prendere, facciamo con l'assicurazione". La conducente ha denunciato l'uomo, che è stato rintracciato e denunciato dai carabinieri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento