Presi i grossisti dell'eroina, in manette due trafficanti albanesi: la droga avrebbe fruttato 30 mila euro

I poliziotti dell'Antidroga della Squadra Mobile hanno fermato il primo in via Emilia: il connazionale era in casa, dove c'erano anche due etti e mezzo di eroina purissima

Grosso colpo allo spaccio di eroina nella città di Parma. I poliziotti dell'Antidroga della Squadra Mobile di Parma hanno arrestato due trafficanti albanesi, grossisti e professionisti del settore, che si occupavano di rifornire i piccoli pusher, che spacciavano la droga nelle strade della nostra città. I due pusher, un 39enne e un 35enne, entrambi con precedenti per reati legati allo spaccio di droga, sono finiti in manette e si trovano nel carcere parmigiano di via Burla con l'accusa di possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L'arresto è avvenuto martedì 3 marzo nella zona di via Emilia Est, dove uno dei due albanesi - fermato mentre era a piedi in zona - organizzava uno dei punti di smercio per l'eroina.

Dopo la perquisizione personale i poliziotti dell'Antidroga della Squadra Mobile hanno perquisito la sua abitazione. Gli agenti all'interno della casa hanno trovato, oltre a due etti e mezzo di eroina purissima, anche un altro albanese, già conosciuto alle autorità di polizia. L'uomo, un 39enne, infatti era stato coinvolto in una maxi inchiesta in merito ad un traffico di eroina nelle zone del bergamasco e del bresciano ed avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari in un'abitazione di Brescia. Inoltre doveva scontare anche il residuo per un'altra pena: per entrambi sono scattate le manette.

L'eroina purissima, avrebbe fruttato non meno di 30 mila euro sul mercato dello spaccio a Parma: una volta tagliata infatti avrebbe prodotto circa 700 grammi di eroina, pronta per essere venduta ai tanti consumatori. I poliziotti, oltre all'eroina, hanno trovato anche mezzo chilo di sostanza per il taglio, un bilancino di precisione e 600 euro in contanti. Per un grammo di eroina di questa qualità i clienti avrebbero pagato anche 45 euro. Continua ad allarmare la quantità di eroina che viene continuamente immessa sul mercato parmigiano: lo spaccio è molto spesso gestito da spacciatori di nazionalità albanese, anche perchè la rotta balcanica continua ad essere la prima scelta dei grossisti e delle organizzazioni criminali che si occupano di gestire la droga dopo l'approdo nei nostri porti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento