Primarie, Giuseppe Bizzi è il portavoce dei comitati per Bersani

Avviata ufficiamente la campagna elettorale ParmaxBersani in vista delle consultazioni del 25 novembre: 40 comitati che saranno coordinati dal consigliere comunale di 42 anni. Spazi virtuali su Twitter e Facebook

Un portavoce unitario, il consigliere comunale di Parma Giuseppe Bizzi, 42 anni, giornalista e animatore sociale, più di 40 Comitati già attivi in città e in Provincia, tanti cittadini e militanti che stanno dando forma e sostanza alla corsa di Pierluigi Bersani per le primarie del prossimo 25 novembre. Su queste fondamenta è iniziata ufficialmente la campagna elettorale del Comitato “ParmaxBersani”, tenuta a battesimo dal coordinatore nazionale Tommaso Giuntella nel corso di una conferenza stampa in piazzale della Macina.

“Ai Comitati già sorti altri se ne stanno aggiungendo – ha detto Bizzi –, per completare una rete coinvolgente, capace di appassionare alle primarie i cittadini di Parma e del parmense. Una rete collegata a quella della grande piazza virtuale rappresentata dai social network che abbiamo messo a disposizione come luogo di incontro, scambio e costruzione di partecipazione. Twitter: @parmaxbersani; www.facebook.com/parmaxbersani)”.

Bizzi, avrà il ruolo “del portavoce delle tante storie che compongono il Pd e la società alla quale ci rivolgiamo. Bersani ha lanciato una campagna con parole d’ordine attente alla vita delle persone e lontane da schematismi e divisioni superate. Bersani, soprattutto, rappresenta la scelta più coerente per rispondere a tutti i lavoratori e a tutte le persone che, di fronte all’incertezza del futuro, chiedono alla politica di guardare più lontano, alla giustizia sociale e alla realizzazione piena dell’uguaglianza, condizioni necessarie per un vero sviluppo”.

Tommaso Giuntella, uno dei tre giovani che Bersani ha voluto a coordinare la sua campagna, ha illustrato le ragioni di un impegno per portare il segretario del Pd a lanciare, attraverso le primarie, “un progetto di svolta riformista, che metta le persone e le comunità al centro, partendo da chi ha meno possibilità. Non possiamo più credere alla politica dei tagli orizzontali ma, bensì, alla politica dell’equità e dell’efficienza”, stando ben lontani da “scelte che fanno comodo solo a certi mondi”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento