menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il processo Bonsu resta a Parma. La Cassazione: "No al trasferimento"

La quinta sezione penale della Suprema corte ha respinto l'istanza degli avvocati degli otto vigili urbani accusati di lesioni aggravate e sequestro di persona. Il 15 febbraio sarà ascoltato Emmanuel Bonsu

Il processo per il pestaggio di Emmanuel Bonsu resta a Parma. La quinta sezione penale della Cassazione ha respinto l'istanza di legittima suspicione avanzata dagli avvocati degli otto vigili urbani accusati di falso, lesioni aggravate, sequestro di persona.Gli imputati avevano richiesto tramite i propri legali il trasferimento del processo in altra sede. I motivi principali: il rapporto degli imputati con l'autorità giudiziaria, ma soprattutto per quello che è stato definito un "processo mediatico", ossia una presunta campagna diffamatoria perpretata dalla stampa locale. Ma per la Cassazione non sussiste alcun motivo valido per spostare il processo che il 15 febbraio vedrà in aula il giovane Emmanuel Bonsu.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento