menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto, da Proges 30 mila euro per i bambini di Mirandola

Gli interventi sostenuti da Proges, che per una precisa scelta hanno riguardato quelle fasce sensibili della popolazione a cui la cooperativa parmigiana già abitualmente rivolge i suoi servizi: bambini e anziani

Il Sindaco di Concordia sulla Secchia (Modena) e il Presidente della cooperativa Gulliver, ospiti oggi del Consiglio di Amministrazione del Gruppo cooperativo Gesin Proges, relazionano sulla ricostruzione dopo il terremoto del 20 e 29 maggio 2012, e sugli interventi realizzati grazie ai fondi ricevuti. Durante la seduta, dopo un resoconto generale, i relatori si sono soffermati in particolare sugli interventi sostenuti da Proges, che per una precisa scelta hanno riguardato quelle fasce sensibili della popolazione a cui la cooperativa parmigiana già abitualmente rivolge i suoi servizi: bambini e anziani.

I contributi economici deliberati dai Consigli di Proges e Gesin per un importo di 30.000 euro, infatti, sono stati destinati alle oltre 1600 ore di attività ludico-educative tra le tendopoli e le tensostrutture di Concordia, Mirandola e Rovereto di Novi (racconti e testimonianze, letture animate ed ascolto, giochi di gruppo   di movimento, attività artistico espressive), dedicate ai bambini dai 3 ai 6 anni, che mai come in un momento così difficile hanno avuto bisogno di sostegno, di un aiuto particolare per comprendere la situazione che stavano vivendo e i sentimenti e le paure che suscitava in loro.

Ma è stata anche ricordata l’immediata disponibilità di Proges nell'accogliere gli anziani evacuati dalla Casa Residenza Villa Richeldi di Concordia presso la struttura di Borgonovo Val Tidone in provincia di Piacenza. “Non è stato facile quel giorno trovare una soluzione residenziale alternativa per ciascuno degli 87 ospiti presenti in struttura, ma con la solidarietà di tante realtà come la vostra siamo riusciti a garantire entro sera un pasto caldo e un giaciglio a tutti”, ha voluto sottolineare Massimo Ascari, Presidente di Gulliver.

“Far fronte a un evento così tragico e ricostruire non solo materialmente la propria vita, è possibile solo mobilitando tutte le forze vive e solidali di una comunità, di un territorio. La generosità e la disponibilità di tanti ci hanno fatto sentire sorretti, ci hanno dato la certezza di poter ricominciare”, ha dichiarato Marchini Carlo, Sindaco di Concordia.

“Solidarietà e cooperazione sono per noi sinonimi – ha dichiarato infine il Presidente del Gruppo Gesin Proges Antonio Costantino –.  Come sono sinonimi impresa e responsabilità. E mai come oggi le comunità e le imprese sono strettamente unite. Il movimento cooperativo è una rete di imprese, fortemente legate fra loro e al territorio. Proges e Gulliver per esempio lavorano insieme da sempre, e il giorno stesso del terremoto noi abbiamo sentito il dovere di dare una mano come se ad essere colpiti fossero state le nostre case e i nostri servizi, le persone che noi quotidianamente assistiamo e curiamo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento