Pronto soccorso, Defranceschi: "A rischio la sicurezza dei cittadini"

Il consigliere regionale grillino, in un'interrogazione alla giunta denuncia "problemi di organico, organizzazione del lavoro e di eccessivo carico, a repentaglio la qualità del lavoro e l'assistenza"

Il pronto soccorso dell'ospedale Maggiore di Parma, a detta del suo stesso personale, presenta "problemi di organico, organizzazione del lavoro ed eccessivo carico dello stesso", e questi fattori "mettono a repentaglio non solo la sicurezza e la qualità del lavoro degli operatori, ma anche la sicurezza e l'assistenza ai cittadini che si recano presso la struttura". A lanciare l'allarme, in un' interrogazione alla Giunta regionale, è il consigliere Andrea Defranceschi (Movimento 5 Stelle), che chiede alla Regione, "nell'ambito delle proprie competenze, cosa intende fare per risolvere con urgenza le problematiche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento