Vendevano prosciutti 'falsi', 2 anni di carcere: 15 mila euro al Consorzio

Tre commercianti di Avellino sono stati condannati per tentata frode per aver introdotto sul mercato una cinquantina di prodotti contraffatti, dovranno pagare anche 6 mila euro di multa

Una condanna a due anni e sei mesi, seimila euro di multa ed un risarcimento al consorzio da 15mila euro. E' la sentenza del tribunale di Avellino contro tre commercianti della zona accusati di vendere prosciutto di Parma contraffatto. Ne dà notizia il Consorzio. L'irregolarità è stata smascherata, nel novembre 2005, da un controllo congiunto degli ispettori del consorzio e della guardia di finanza, quando scoprirono una cinquantina di 'prosciutti falsi', con il contrassegno della corona ducale contraffatta, e denunciarono i tre commercianti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sentenza, emessa dalla sezione di Cervinara del tribunale di Avellino, ha riconosciuto i capi di imputazione di tentata frode in commercio, con l'aggravante che riguarda i prodotti a denominazione di origine, ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi. "La sentenza della magistratura è stata pesante - ha detto Federico Desimoni, vice direttore e responsabile dell'ufficio affari legali e vigilanza del Consorzio - ma riteniamo doverosa nei nostri confronti e in quelli del consumatore. Soltanto così riusciremo a salvaguardare la qualità e l'eccellenza del settore agroalimentare italiano, un patrimonio importantissimo che va protetto e tutelato adeguatamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento