rotate-mobile
Cronaca

Da Benin City ai marciapiedi di Parma: due giovanissime 'schiave' fanno arrestare i loro sfruttatori

L'indagine è partita dalle denunce di due giovani migranti che hanno vissuto l'inferno ma non hanno abbassato la testa. Una 34enne è stata arrestata a Parma, un 36enne a Ferrara

.Hanno vissuto l'inferno ma hanno avuto il coraggio di raccontare tutto e di denunciare le loro sfruttatrici alla Polizia, ricostruendo la storia del viaggio a cui sono state costrette, da Benin City alla Libia, fino all'Italia e ai marciapiedi dell'Emilia-Romagna. Grazie alle loro testimonianze gli inquirenti sono riusciti ad individuare un uomo di 36 anni e una donna di 34, arrestati rispettivamente dalla Squadra Mobile a Parma e a Ferrara. Le due persone sono accusate di tratta di persone e di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ai danni di giovanissime cittadine nigeriane, con le aggravanti di "avere esposto -come si legge nell'ordinanza- a pericolo la vita e l’incolumità delle persone trasportate - facendole imbarcare su natanti occupati da numerosi migranti privi di ogni necessaria dotazione di sicurezza - e di avere agito al fine di reclutare persone da destinare alla prostituzione o, comunque, allo sfruttamento sessuale ed al fine di trarne profitto"  LE INDAGINI 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Benin City ai marciapiedi di Parma: due giovanissime 'schiave' fanno arrestare i loro sfruttatori

ParmaToday è in caricamento