Prostituzione nei night club: l'ispettore Ciotta torna a casa

Domiciliari per l'indagato eccellente della maxi operazione della Finanza contro il giro di sfruttamento in alcuni locali di Parma: 6 giorni trascorsi in via Burla, nell'interrogatorio non ha risposto al Gip

Antonio Ciotta è tornato a casa. Agli arresti domiciliari. Dopo sei giorni di carcere in via Burla l'ispettore di Polizia coinvolto nell'inchiesta sulla prostituzione nei night club parmigiani, è potuto uscire dalla struttura penitenziaria in via Burla grazie alla richiesta di scarcerazione del suo avvocato Stefano Molinari. Le accuse per lui sono sfruttamento della prostituzione, falsità ideologica e concussione. Secondo l'accusa avrebbe favorito il giro di prostituzione che era attivo in numerosi locali di Parma e provincia, poi posti sotto sequestro. Ciotta non ha parlato durante il primo interrogatorio di garanzia, avvalendosi della facoltà di non rispondere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento