menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Debito, i Lavoratori Autorganizzati: "Non siamo più disposti a pagare"

Dopo la lettera del Laboratorio per l'alternativa al commissario Ciclosi anche alcuni lavoratori protestano contro i rincari ed i tagli annunciati: "Ci opporremo agli aumenti per precari e cassintegrati"

Monta la protesta contro i tagli e gli aumenti delle imposte locali, annunciati dal Commissario straordinario Mario Ciclosi. Dopo la lettera dei cittadini del Laboratorio permanente per l'alternativa, con l'invito a partecipare all'assemblea pubblica indetta per il 26 gennaio alle ore 21 all'Auditorium Toscanini, anche alcuni lavoratori, riuniti nel Coordinamento Lavoratori Autorganizzati, scendono in campo  e prendono posizione sul fronte delle strategie messe in atto per mettere in ordine i conti del Comune.

"Il 2012 è iniziato all'insegna del rincaro di ogni bene- si legge in una nota del CLAP-essenziale e non, (benzina, caffè ma anche pane, latte..) e con la previsione di maggiori tasse da pagare per 'rimediare', come ci spiega il nuovo primo ministro, ai problemi di bilancio nazionale. In questi anni i lavoratori  hanno visto i propri salari rimanere fermi mentre tutto intorno diventava più caro, il loro lavoro veniva ulteriormente precarizzato e minacciato dai tagli".


"Le tasche sono vuote, il cassiere è scappato con la cassa -continuano i lavoratori-e non c'è possibilità di rialzarsi se le condizioni sono quelle prospettate in questi giorni. In aggiunta a questo, nella nostra città un'amministrazione corrotta ha rubato a piene mani, indifferente di fronte al tasso di disoccupazione in aumento, alle famiglie che a centinaia si trovano per la prima volta sulla soglia della povertà. Ci opporremo a qualsiasi aumento della pressione fiscale sui lavoratori precari, sui lavoratori in mobilità e cassintegrati, su chi ha presentato domanda per la casa popolare o di emergenza abitativa. Non siamo più disposti a pagare, abbiamo già dato, è ora che paghi chi ha da pagare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento