menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bernardo Provenzano torna in carcere: resterà al 41 bis

Il capomafia è stato trasferito dal reparto detentivo ospedaliero, in cui si trovava, ed è tornato in carcere a Parma, che è stato ritenuto una struttura adeguata alla situazione di salute in cui si trova il boss

Bernardo Provenzano è stato trasferito dal reparto detentivo ospedaliero, in cui si trovava, ed è tornato in carcere a Parma, che è stato ritenuto una struttura adeguata alla situazione di salute in cui si trova il boss. Lo si apprende da fonti qualificate. Nella cella del boss, il quale resta in regime di 41 bis, è stata installata nei giorni scorsi una telecamera che servirà anche a monitorare la condizione di salute di Provenzano. Inoltre è stato collocato un letto con sbarre di protezione, di tipo ospedaliero, per evitare cadute.


E presso la struttura carceraria sono garantiti presidio medico e costante assistenza. A metà dicembre il boss mafioso era stato sottoposto a un intervento chirurgico alla testa a seguito di una caduta; in gravi condizioni, era uscito dal coma a gennaio. A seguito di un progressivo miglioramento, è stato disposto il rientro dal reparto detentivo dell'ospedale di Parma al carcere. Il suo legale, Rosalba Di Gregorio, ha fatto istanza per la revoca del 41 bis e ieri ha annunciato anche l'intenzione di chiedere la sospensione della pena per motivi di salute o, in subordine, la detenzione domiciliare, anche a seguito di una perizia che, a fini processuali, ha stabilito la totale incapacità di Provenzano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento