Provenzano, peggiorano le condizioni di salute. I medici: "Grave deficit cognitivo"

Peggiorano le condizioni del boss, ricoverato dal 7 giugno. Dall'ospedale fanno sapere che il paziente ha un "grave decadimento cognitivo, un'enterite, diverse infezioni e una lesione intramuscolare".

Peggiorano le condizioni di salute del boss Bernardo Provenzano, ricoverato dal 7 giugno all'ospedale di Parma per un'infezione. Lo ha accertato la stessa azienda ospedaliera, che ha informato il gip di Palermo che processa il padrino di Corleone per la trattativa Stato-mafia. Il procedimento è attualmente sospeso perché Provenzano, secondo i periti nominati dal magistrato, non è in grado di partecipare coscientemente alle udienze. Dall'ospedale fanno sapere che il paziente ha un "grave decadimento cognitivo, un'enterite, diverse infezioni e una lesione intramuscolare. "Si fa presente - scrivono i medici - che, a breve, a fronte di un ulteriore prevedibile peggioramento dello stato generale, si dovrà ricorrere all'ausilio di un sondino naso gastrico per l'alimentazione". Da tempo il legale del boss, l'avvocato Bernardo Provenzano, chiede la revoca del carcere duro e la sospensione dell'esecuzione della pena proprio per le gravi condizioni di salute del suo assistito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Tra mercatini di Natale, teatri, concerti e vin brulè: ricchissimo week end di dicembre

  • Blitz in casa di un commerciante 46enne: in cantina 23 chili di hashish nascosti tra le bottiglie di vino

Torna su
ParmaToday è in caricamento