menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provenzano, i legali chiedono la sospensione della pena

I legali del boss Bernardo Provenzano, Rosalba Di Gregorio e Franco Marasà, hanno chiesto al tribunale di sorveglianza di Bologna la sospensione dell'esecuzione della pena

I legali del boss Bernardo Provenzano, Rosalba Di Gregorio e Franco Marasà, hanno chiesto al tribunale di sorveglianza di Bologna la sospensione dell'esecuzione della pena per il loro assistito per motivi di salute. Provenzano, che dal 7 giugno è di nuovo ricoverato all' ospedale di Parma, oltre ad essere affetto da deficit cognitivo soffre di diverse patologie. La precedente istanza di sospensione della pena è stata rigettata: per i giudici "le condizioni di grave infermità fisica del detenuto" sarebbero fronteggiabili in ambiente carcerario.


"Poiché Provenzano è ricoverato perché affetto da un'infezione la cui eziologia è ignota, poiché le patologie hanno diminuito le sue difese immunitarie e l'ambiente carcerario non sterile ha portato all'insorgenza dell'infezione", i legali hanno chiesto la sospensione della pena "riservandosi ogni azione legale volta all'accertamento della responsabilità di chi ha disposto il suo rientro in carcere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 134 contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento