Provenzano nel carcere di Parma: il trasferimento per cure appropriate

Lo ha stabilito la Corte d'Appello di Palermo, accogliendo le richieste del pg emesse dopo la diagnosi dell'oncologo Alabiso. Il boss ha un tumore retrovescicale e sarà seguito dal vicino istituto di cura

Il capomafia Bernardo Provenzano è stato trasferito dal carcere di Novara a quello di Parma. Lo ha stabilito la Corte d'Appello di Palermo per permettere cure appropriate al boss, accogliendo le richieste del pg che si era pronunciato dopo la diagnosi dell'oncologo Oscar Alabiso, primario di Oncologia a Novara, che aveva riscontrato la presenza di un tumore retrovescicale. Nel carcere di Parma il boss sarà seguito dal vicino istituto di cura che potrà monitorare costantemente la sua salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Nascondevano otto chili di cocaina in un garage del San Leonardo: arrestato un pizzaiolo ed il suo complice

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Gervinho, lesione di primo grado: ecco i tempi di recupero

  • Tegola Cornelius, si ferma in Nazionale: Parma senza attaccanti

Torna su
ParmaToday è in caricamento