Cronaca

La Provincia si mobilita per la liberazione delle 200 ragazze rapite in Nigeria

#BrigBackOurGirls. Anche le lavoratrici della Provincia di Parma si sono unite con una foto al grido corale proveniente da tante parti del mondo per la liberazione delle 200 ragazze rapite da una scuola nel nord della Nigeria il 14 aprile scorso

#BrigBackOurGirls. Anche le lavoratrici della Provincia di Parma si sono unite con una foto al grido corale proveniente da tante parti del mondo per la liberazione delle 200 ragazze rapite da una scuola nel nord della Nigeria il 14 aprile scorso.
La campagna è partita sui social network dalla studentessa pachistana Malala Yousafzai, vittima della violenza fondamentalista e icona della lotta contro di loro, che ha chiamato “sorelle” le oltre duecento ragazze rapite in Nigeria.

Sotto l’hashtag #Bringbackourgirls, Portate a casa le nostre ragazze, milioni di persone si stanno mobilitando in loro favore, migliaia le manifestazioni. Condividevano il senso di questo gesto l’assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani ha invitato le lavoratrici della Provincia di Parma a prestare il loro volto per una fotografia scattata oggi davanti alla sede dell’ente con il cartello “Bringbackourgirls”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia si mobilita per la liberazione delle 200 ragazze rapite in Nigeria

ParmaToday è in caricamento