menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asili nido, la Provincia stanzia 1,3 milioni di euro: 107 posti in più

Nuovi nidi a Compiano e Parma (Corcagnano e Chiozzola), mentre saranno ristrutturati i nidi 'Zucchero Filato' di Parma e le strutture di Fornovo, Salso, Felino, Vicofertile e Sorbolo

Più di 1 milione e 342mila euro a enti pubblici e realtà private per la realizzazione e la sistemazione di nidi e altre strutture per la fascia 0-3 a Parma e nel Parmense. Sono i fondi, di derivazione regionale, che la Provincia ha assegnato ai soggetti che hanno risposto a un bando ad hoc dello scorso gennaio, sulla base di una graduatoria approvata dalla giunta provinciale.
Nove gli interventi finanziati, che consentono di aumentare i posti disponibili di 107 unità per i bimbi del territorio. 400mila euro vanno al Comune di Compiano per la costruzione di un nuovo micronido (10 nuovi posti), 214.091 euro al Comune di Parma per la costruzione di un nido a Corcagnano (69 nuovi posti), 200mila all’Impresa Mora per la costruzione di un nuovo nido a Parma, in località Chiozzola (28 nuovi posti), 150mila al Comune di Parma per la ristrutturazione del nido Zucchero filato, 132.370 al Comune di Fornovo per la ristrutturazione del nido comunale, 75mila al Comune di Salsomaggiore per la ristrutturazione del nido comunale, 64.545 al Comune di Felino per la ristrutturazione del micronido di San Michele Tiorre, 60mila a Parma Infanzia per la ristrutturazione del nido di Vicofertile, 46.500 euro all’Unione Bassa est per la ristrutturazione del nido Arcobaleno di Sorbolo.

Grazie a questi finanziamenti aumenta complessivamente di 107 posti l’offerta per la prima infanzia: ed è senz’altro una notizia confortante, che fa del territorio provinciale uno dei più attrezzati sotto questo profilo”, commenta l’assessore provinciale alle Politiche scolastiche Giuseppe Romanini, che aggiunge: “Accanto alla costruzione di nuovi nidi va sottolineata anche la ristrutturazione di servizi già esistenti, che essendo “datati” hanno bisogno di interventi anche importanti. Si punta quindi non solo all’ampliamento dei servizi ma anche al loro mantenimento, sempre sugli standard alti che caratterizzano l’offerta nel nostro territorio, nella consapevolezza che siano un “supporto” prezioso per i bambini e per le famiglie”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento