Public Money, indagini concluse: 12 capi d'accusa per Vignali

Nell'avviso di conclusione indagini, depositato ieri dalla Pm Paola Del Monte sono stati confermati tutti i 12 capi d'accusa per Pietro Vignali: peculato e corruzione dal 2007 al 2011

Public Money. La mattina del 13 gennario 2013 Parma si sveglia con un nuovo terremoto giudiziario-politico. La Guardia di Finanza fa scattare le manette per Pietro Vignali, Angelo Buzzi, Luigi Villani e Andrea Costa. Secondo l'accusa i quattro avrebbero utilizzato 3.5 milioni di euro di soldi pubblici per finanziare la campagna elettorale dell'ex sindaco Pietro Vignali: nell'inchiesta sono coinvolte anche altre persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'avviso di conclusione indagini, depositato ieri dalla Pm Paola Del Monte, come riferito dalla Gazzetta di Parma, sono stati confermati tutti i 12 capi d'accusa per Pietro Vignali: peculato e corruzione dal 2007 al 2011. L'avviso di conclusione indagini è indirizzato ad altre 13 persone, oltre che all'ex sindaco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

  • Parma-Carli, incontro positivo: strategie e richieste

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento