menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sferra pugni alla pancia alla moglie incinta: arrestato 24enne nigeriano

La mattina del 27 gennaio la Polizia è intervenuta per un caso di maltrattamenti in famiglia: un uomo di 24 anni ha sferrato colpi alla pancia della donna, medicata al Pronto Soccorso con 20 giorni di prognosi. Per lui sono scattate le manette

L'ennesimo episodio di violenza contro le donne tra le mura domestiche si è verificato negli scorsi giorni a Parma. La Questura di Parma ha reso noto l'arresto di un cittadino nigeriano di 24 anni per maltrattamenti in famiglia. Secondo la ricostruzione degli inquirenti e le testimonianze della donna il marito l'avrebbe picchiata ripetutamente all'interno delle mura domestica, sferrandole anche colpi alla pancia, nonostante la gravidanza. 

Alle ore 09:40 del 27 gennaio la Polizia è intervenuta in seguito alla segnalazione fornita al 113 per maltrattamenti in famiglia Gli Agenti hanno identificato le parti, riscontrando che la vittima, una giovane donna, era visibilmente spaventata dalla presenza del marito, O.E., di anni 24, cittadino nigeriano, residente a Parma. La donna ha riferito agli agenti che, a seguito di una ennesima lite, il coniuge le ha sferrato dei pugni all’altezza della pancia, nonostante fosse in stato di gravidanza. La stessa ha spiegato di subire quotidianamente di offese, minacce di morte, violenze psicologiche e fisiche culminate in percosse da parte dell’uomo, anche dinanzi alla presenza del figlio minore, senza tuttavia averlo mai denunciato per i molteplici maltrattamenti o essersi mai recata in ospedale per le cure mediche, poiché impaurita da eventuali ritorsioni.

Tranquillizzata dalla presenza degli operanti, la donna è stata accompagnata presso il locale Pronto Soccorso, ove è stata medicata e successivamente dimessa con prognosi di 20 giorni, confermando lo stato di gravidanza. Le testimonianze dei condomini raccolte dagli Agenti in sede di intervento hanno confermato le innumerevoli violenze avvenute all’interno delle mura domestiche che sovente erano sfociate in disperate richieste di aiuto da parte della donna. Accompagnato in Questura, O.E. è stato tratto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento