Punta la pistola alla testa di una prostituta e la violenta: arrestato un marocchino

Appartato, in un luogo isolato, sempre dietro la minaccia dell’arma ha consumato un rapporto sessuale rubandole, prima di fuggire, il cellulare

I Carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Parma hanno eseguito un arresto. Su ordine emesso dalla Corte d’Appello di Bologna,  i militari del Reparto Operativo hanno messo le manette a un 33enne marocchino che deve scontare la pena di sette anni di carcerazione perché ritenuto colpevole dei reati di violenza sessuale e rapina. Nel 2007 a Fontevivo, a bordo di un’autovettura si avvicinava ad una prostituta e puntandole una pistola la minacciava di morte obbligandola a salire. Appartato, in un luogo isolato, sempre dietro la minaccia dell’arma consumava un rapporto sessuale rubandole, prima di fuggire, il cellulare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento