menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quartieri - San Lazzaro, via Parigi-via Atene: scontro sulla riqualificazione

I consiglieri di minoranza contestano all'Assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Aiello la mancanza di confronto sul progetto: "I fondi stanziati dovevano essere utilizzati per sistemare le strutture esistenti"

parcomartini_1Scontro frontale tra i consiglieri di minoranza del quartiere San Lazzaro e l'Assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Aiello sull'intervento di riqualificazione dell'area compresa tra via Parigi e via Atene. Il progetto, che è già in fase avanzata con la gara d'appalto assegnata e le prime cantierizzazioni partite, prevede la realizzazione di una pista ciclopedonale, un nuovo parcheggio, la sistemazione del verde pubblico, la creazione di un'area gioco bimbi.

Nelle parole del consigliere Luigi Bocchi de L'Ulivo per Parma tutta l'insoddisfazione per un metodo considerato non partecipativo, basato sull'imposizione di decisioni già prese. "Quando due anni il progetto, ancora in fase embrionale, ci fu presentato dall'architetto Conforti, il Quartiere, maggioranza ed opposizione insieme, lo bocciarono, considerandolo inutile. In quest'area esistono già due parchi, il Martini e quello delle Lavandaie, spazi esistenti che richiederebbero interventi di manutenzione da tempo chiesti dal Quartiere, come il campo disastrato del Parco delle Lavandaie e le piste ciclabili. Su questi non abbiamo mai avuto risposta mentre ora ci presentate un progetto da 400 mila euro con la gara d'appalto già assegnata. La pista ciclabile, inoltre, partirebbe e finirebbe nel nulla. Prima di procedere con progetti inutili sarebbe necessario sistemare l'esistente".
"E' una questione di metodo -rincara la dose il consigliere Marco Minardi- i progetti vanno presentati e discussi con il quartiere: l'imposizione di un'opera come questa dimostra tutta l'arroganza dell'Amministrazione Comunale". Mario Caravita, presidente della Junior Parma Baseball Club di via Parigi, chiede che il futuro parcheggio sia coperto per evitare che le palline provenienti dal campo da baseball creino pericolo agli automobilisti. L'Assessore Aiello ha ribadito la volontà dell'Amministrazione di effettuare l'intervento anche perchè "ci sono i diritti dell'impresa che ha vinto l'appalto da salvaguardare". Ogni eventuale modifica dovrà quindi iscriversi all'interno di un progetto già in esecuzione. "Questa scelta, fatta dalla Giunta ed approvata dalla maggioranza, deve essere rispettata come democratica, non è detto che l'Amministrazione debba ascoltare il quartiere. Ora possiamo valutare  modifiche che non determinino un cambiamento dei termini dell'appalto. Ne sono già state fatte su segnalazione dei cittadini".


L'Assessore Aiello ha presentato per la prima volta il progetto, ancora in fase di studio, per la realizzazione di una bretella di San Prospero in grado di intervenire sul problema del traffico della via Emilia per gli abitanti della frazione. La bretella partirebbe nei pressi della rotonda di Viazza per proseguire a ridosso della ferrovia. La strada passerebbe però vicino ad un asilo: alcuni cittadini presenti al Consiglio, hanno criticato fortemente questa possibilità. Il progetto però, a differenza di quello di via Parigi, è ancora nelle fasi iniziali e lo stesso Aiello ha proposto di ragionare insieme al quartiere per trovare la soluzione più adeguata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento