Differenziata spinta in tutto il centro, Folli: "Risparmio economico e ambientale"

Il 30 settembre sarà attiva la raccolta differenziata porta a porta nel centro storico, uniformandosi con la parte dove era già in vigore. Folli: "Risparmio non solo ambientale ma economico, meno residuo raccolto meno costi smaltimento per il Comune"

Gabriele Folli, Luigi Zoni

Il centro storico la nuova tappa per la raccolta differenziata dopo l'avvio nei quartieri Lubiana e San Lazzaro. Il 30 settembre la raccolta differenziata porta porta sarà attiva anche nel centro storico, nella zona compresa tra i viali di circonvallazione da Ponte Italia viale Martiri della Libertà, viale san Michele, viale Mentana e viale Bottego sino al Ponte delle Nazioni oltre alla parte del centro in cui è già attiva. 5139 le nuove utenze, che comprendono 50 attività di ristorazione, 659 utenze non domestiche e 4430 quelle domestiche. "L'intento è quello di arrivare entro la primavera del 2014, a coprire interamente la città con il servizio di raccolta differenziata porta a porta". Dopo i dati dei primi sette mesi, che attestano un incremento del 4% della raccolta differenziata, (raggiungendo il picco del 53,5% nel mese di luglio), l'Amministrazione prosegue anche con l'attività informativa.

Per tre settimane gli informatori si recheranno porta a porta per fornire tutte le informazioni utili sulla raccolta differenziata, fornire i calendari con le date e i contenitori e i sacchetti per i rifiuti per tutto l'anno: 150 per l'organico, 150 per il residuo e 60 per plastica e barattolame. Per chi dovesse avere esigenze particolari potranno essere forniti più sacchetti ma, per limitare gli sprechi, si dovranno spiegare le ragioni. Il materiale per la raccolta e tutte le informazioni utili si potranno trovare anche nel punto informativo di via Melloni, che sarà attivo dal 9 settembre lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13, il giovedì dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13.

La principale novità è l'introduzione del rifiuto organico, che prima confluiva nel rifiuto residuo, oltre alla separazione del vetro, con appositi contenitori, rispetto al precedente sistema di raccolta insieme a plastica e barattolame. Per la raccolta dell'organico saranno previsti 3 giorni a settimana per le utenze domestiche, seguendo il calendario con date e orari che gli informatori consegneranno porta a porta ai cittadini. Per le utenze non domestiche la raccolta sarà 6 giorni su 7, tra le 19,30 e le 24, mentre per scuole e asili i contenitori andranno esposti entro le 14. Per la carta la raccolta sarà effettuata una volta a settimana come in precedenza, esponendo il contenitore blu entro le 8 del giorno previsto, mentre invece per le utenze non domestiche e per le scuole si dovrà esporre il contenitore entro le 9,00. Il cartone per le utenze non domestiche verrà ritirato tre volte a settimana con raccolta selettiva. Il vetro dovrà essere conferito nei contenitori stradali verdi. Gli imballaggi in plastica, barattolame e contenitori per bevande in tetrapak saranno raccolti una volta alla settimana per le utenze domestiche, occorrerà però esporre il sacco giallo tra le 19,30 e le 21,00 del giorno stabilito. Per le utenze non domestiche la raccolta avverrà sei giorni alla settimana, esponendo i sacchi tra le 12,00 e le 13,00, per gli asili e le scuole entro le 14,00. Il sacco bianco sarà destinato al rifiuto residuo, ritirato due volte alla settimana per le utenze domestiche tra le 19,30 e le 21,00 e tre volte alla settimana per le utenze non domestiche tra le 19,30 e le 24,00. Per le scuole i sacchi andranno esposti entro le 9,00 per il ritiro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un vantaggio ambientale ma anche economico - sottolinea l'assessore all'ambiente Folli -. L'organico sinora andava a finire nel rifiuto residuo, con costi di smaltimento attorno a 170 euro a tonnellata, ora il costo si aggirerà attorno ai 108 euro a tonnellata. Il risparmio sarebbe potuto essere maggiore in mancanza delle spese di trasporto per lo smaltimento. Meno rifiuti residui equivarrà a meno spese per il Comune, con futuro risparmio nelle spese anche per gli utenti, ma solo quando tutta la città sarà coperta dal servizio porta a porta". "Un vantaggio anche in termini ambientali – sottolinea Luigi Zoni, Enia – anche se andrà calcolato anche il maggiore dispendio di risorse e mezzi per poter attuare la raccolta". Dopo il centro storico, sarà la volta del quartiere Oltretorrente e a scalare, gli altri quartieri non ancora interessati dalla differenziata porta a porta, per arrivare, negli auspici dell'Amministrazione, a estendere a tutta la città il servizio entro i primi mesi del 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento