Parma per gli sfollati, a Modena il materiale raccolto dall'Usi

E' stato consegnato ieri il carico frutto della solidarietà di tanti parmigiani che venerdì pomeriggio hanno portato al circolo Matonge cibo, attrezzi per il campeggio, coperte e pannolini

Sono stati consegnati ieri alla Libera Officina di Modena i materiali raccolti a favore degli sfollati durante il secondo appuntamento di solidarietà promosso dalla sezione di Parma dell'Unione Sindacale Italiana e dal gruppo anarchico Antonio Cieri. Venerdì pomeriggio per la seconda volta il circolo Arci Matonge di via Burla ha ospitato la raccolta nel pomeriggio. Tante persone hanno dato il loro contributo per cercare di rendere migliori le condizioni di chi ha vissuto le due forti scosse di terremoto in Emilia che si sono verificate a fine maggio.

Pannollini per bambini ed anziani, acqua, generi di prima necessità a lunga conservazione, prodotti per l'igiene personale, qualche vestito, tende ed attrezzi per il campeggio. Anche questa volta i parmigiani hanno risposto molto bene, riempiendo un furgone di materiale che verrà consegnato direttamente alla popolazione nelle zone più colpite dal terremoto. Anche la prima raccolta era andata bene. "Ora l'importante -sottolineano gli organizzatori- sarà non dimenticarsi di questa 'emergenza' e continuare a sostenere la popolazione colpita dalla tragedia sui tempi lunghi. Siamo in contatto diretto con Modena e vi aggiorneremo sulle esigenze della popolazione, su cosa servirà e cosa no".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento