rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca

Racket internazionale delle auto di lusso: venti indagati a Parma

Dalla nostra città fino al Nord Europa e all'Africa: un grosso traffico stroncato grazie ad un delicato lavoro d'indagine. Chiesto il rinvio a giudizio per gli 88 indagati, accusati di 130 capi d'imputazione

Nella primavera del 2012 si susseguirono una serie di furti di supercar. Gli uomini della banda cercavano persone che avevano acquistato auto di grossa cilindrata ma che avevano ancora dei debiti di saldare o gli acquirenti che avevano preso l'auto in leasing: la loro attività consisteva nel convincerli a venderle ad un prezzo più basso di quello di mercato. Nel caso del leasing veniva denunciati falsi furti: le auto sparivano e acquisivano una nuova identità, per poi arrivare sui mercati del Nord Europa e dell'Africa. Dopo una conplicata attività d'indagine, nata dall'intervento della Polizia Stradale, nell'ottobre del 2014 vennero effettuati gli arresti. In questi giorni la Pm Paola Dal Monte ha chiesto in rinvio a giudizio per gli indagati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Racket internazionale delle auto di lusso: venti indagati a Parma

ParmaToday è in caricamento