Picchiato dai poliziotti? Il giudice dice no e condanna un 22enne a 6 mesi

Il giovane, di origini albanesi, era stato fermato per non aver pagato una birra e poi aveva denunciato gli agenti di averlo picchiato senza motivo. Ma il tribunale lo ha condannato per oltraggio

Il tribunale di Parma

R.B., albanese di 22 anni, lo scorso 9 settembre esce da un locale senza pagare una birra. Il gestore chiama il 113 e due agenti fermano il ragazzo chiedendogli i documenti. Lui dice di averli dimenticati a casa e i poliziotti decidono di accompagnarlo per verificare. Giunti nel condominio del ragazzo scoppia un furioso parapiglia, tanto che i referti medici successivi parlano di 22 giorni di prognosi per il ragazzo e 15 per gli agenti.

A quel punto il giovane viene portato in Questura e denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Dal canto suo, il 22enne, denuncia i due poliziotti dichiarando di essere stato picchiato senza motivo. E a supporto di questa tesi porta la testimonianza di alcuni vicini di casa.
Al processo con il rito abbreviato il giudice Carlo Saverio Ferraro condanna il giovane albanese a sei mesi di reclusione per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

IL MOVIMENTO NUOVI CONSUMATORI
"Tali accuse, di per se infamanti e senza fondamento,  tese unicamente a delegittimare, screditare e svilire il lavoro quotidiano degli organi di Polizia e ad accusare ingiustamente due poliziotti che risultano essere pluridecorati e con uno stato di servizio eccellente, sono state rilanciate in modo inappropriato ed imprudente da alcuni organi di stampa locali, che accostavano maldestramente il caso in parola a quello dI Emmanuel Bonsu.

La realta’ processuale emersa e’ stata tuttavia di ben altro tenore e verita’ oggettiva, e rappresenta solamente una parentesi in quanto altre azioni legali saranno preannunciate oggi in sede di conferenza stampa da parte dei due agenti interessati che saranno rappresentati dal Movimento Nuovi Consumatori e dal Siap".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Precipita da una ferrata: durante un'escursione: muore 33enne parmigiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento