menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane rapinato e picchiato al bancomat: in manette il complice

Pistola alla pancia, calci e pugni in via Pastrengo ai danni di un giovane nel mese di giugno: arrestato il malvivente già fermato per la rapina alla farmacia di Tabiano

Rapinò, insieme ad un complice giù arrestato, un 29enne davanti al bancomat di via Pastrengo nel mese di giugno del 2016. M.E., nigeriano di 21 anni, già arrestato per l'assalto alla farmacia di Tabiano, è stato arrestato anche per la rapina ai danni del giovane, che si consumò qualche mese fa. Nella tarda serata del 14 giugno un giovane di 29 anni, mentre si trovava davanti allo sportello del bancomat delle Poste di via Pastrengo ha notato due giovani africani che lo osservavano da distanza. Ha deciso così di non ritirare denaro e di dirigersi verso la sua automobile ma i due giovani era proprio davanti al veicolo e, in quel momento - probabilmente al di fuori del raggio delle telecamere- lo hannp minacciato chiedendo il denaro e al suo rifiuto lo hanno aggredito con calci e pugni e gli hanno puntato una pistola alla pancia. A quel punto il 29enne ha consegnato ai due rapinatori il cellulare ed è stato poi costretto, sotto la minaccia delle armi, a ritirare 100 euro e consegnarli ai malviventi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento