Via Verona, picchiano e rapinano un operaio 25enne in pieno giorno

Un ragazzo bulgaro è stato preso a calci e pugni da due moldavi sino a perdere i sensi. Due ore dopo fermato un aggressore che andava ancora in giro col borsello della vittima. Si cerca il complice

Si era seduto su una panchina del parchetto di via Verona prima di andare a comprarsi le sigarette l'operaio venticinquenne bulgaro, quando, nel primo pomeriggio di ieri, è stato avvicinato da due moldavi con il pretesto di una sigaretta. Aggredito tanto da farlo cadere a terra nonostante avesse cercato di opporre resistenza, il giovane è stato derubato del borsello, dove aveva i propri documenti, due carte di credito e 15 euro. Ne è nato un inseguimento, dove la vittima è riuscita a raggiungere la persona che si era impossessata del suo borsello all'altezza della rotonda con via Bologna, ma è stato scaraventato a terra dall'altro moldavo, che ha iniziato a colpirlo a calci anche in testa, tanto da fargli perdere i sensi.

I due avevano anche cercato di derubare la vittima del suo giubbotto approfittando del suo svenimento ma, notati da alcuni passanti, sono scappati subito dopo. Segnalata l'aggressione alla Polizia da un passante, l'intervento delle Volanti si è concentrato inizialmente su accertamenti in merito alle condizioni fisiche della vittima, la cui prognosi di guarigione è di 15 giorni. Una volta ripreso i sensi, il giovane aggredito è stato portato in giro nella zona circostante dalla Polizia alla ricerca dei due che, con molta probabilità non si erano allontanati di molto. Infatti, ben due ore dopo il fatto, uno dei due si trovava solo a poche centinaia di metri dal fatto, in via Paradigna, dove è stato riconosciuto e fermato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo, Z.P. 35 anni, moldavo, con un precedente all'estero per furto, aveva ancora addosso il borsello con dentro i documenti dell'aggredito e le carte di credito. Mancavano solo i soldi, 15 euro. "L'ho trovato ieri per terra", avrebbe detto alla Polizia cercando di giustificarsi, ma è stato fermato e in mattinata sarà processato per direttissima, con l'accusa di rapina in concorso e lesioni. Il fatto, secondo la Polizia, è particolarmente indicativo per la disinvoltura con cui non solo si è portata a termine una rapina con aggressione in pieno giorno in luoghi pubblici, ma anche per la tranquillità con cui l'aggressore è rimasto nella stessa zona, andando in giro senza neanche preoccuparsi di disfarsi del borsello e dei documenti. Sono in corso le indagini per rintracciare anche il complice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento