rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca San Leonardo / Via Venezia

Assalto a Banca Monte: si cerca il basista

La rapina messa a segno il 30 ottobre è stata studiata nei minimi particolari, la banda conosceva il territorio. Secondo gli inquirenti qualcuno avrebbe fornito informazioni dettagliate sull'istituto e sulle zone limitrofe

Assalto a Banca Monte, all'angolo tra via San Leonardo e via Venezia. La banda, che ha agito preparando tutto in modo dettagliato, conosceva molto bene il territorio, la filiale e le aree limitrofe alla banca. Secondo gli inquirenti, che stanno lavorando da giorni alla ricostruzione esatta della dinamica del colpo, qualcuno ha fornito informazioni dettagliate agli otto rapinatori, che hanno agito dopo aver realizzato un varco, a cui qualcuno ha lavorato per cinque giorni.

E' possibile, tra l'altro che gli 'scavatori' non siamo le stesse persone che hanno poi rapinato l'istituto di credito: il gruppo di professionisti del crimine che ha agito nel pomeriggio del 31 ottobre in quartiere San Leonardo potrebbe aver pensato anche a questo. Una delle conoscenze fondamentali per la banda è stata quella delle reti fognarie: si starebbero concentrando in questo senso anche le indagini. Qualcuno che la conosce a menadito potrebbe aver collaboratoro con i banditi.

I Ris erano arrivati all'interno della banca alle ore 20 del 31 ottobre: dopo aver scandagliato tutti i particolari alla ricerca di indizi utili all'identificazione dei responsabili, stanno proseguendo le indagini per arrivare ad incastrare gli otto componenti della banda. Non risultano, per ora, piste particolari aperte per la ricerca dei rapinatori. La banda ha avuotato circa 80 cassette di sucurezza per un bottino totale di 300 mila euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto a Banca Monte: si cerca il basista

ParmaToday è in caricamento