Rapina al Conad di via Venezia. "In 5 mi hanno riempito di calci e pugni"

Sabato il responsabile del supermercato si è allontanato con gli incassi verso la banca, fermato da 5 persone è stato colpito con calci e pugni. Salvato dal direttore che ha messo in fuga i rapinatori

Avevano identificato il responsabile e senza esitare avevano progettato come fermarlo per aggredirlo e scappare con gli incassi del supermercato. Così un gruppo di 5 persone, probabilmente non italiani, hanno aggredito il responsabile del Conad di via Venezia mentre si apprestava a recarsi in banca con gli incassi. Scaraventato a terra è stato pestato con calci e pugni per stordirlo e rubare i soldi. La banda pensava di farla franca noncurante della possibilità di essere notata da altre persone, invece è stato proprio l'intervento del direttore del supermercato a sventare la rapina e mettere in salvo il suo dipendente e il denaro. Accortosi di quanto stava accadendo è riuscito a mettere in fuga i rapinatori rimediando qualche ferita lieve.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'aggredito racconta: "Non capivo più niente, non avevo neanche più la visione di ciò che stava accadendo, mi accorgevo solo di essere a terra e ricevere calci da un gruppo di persone, mi hanno anche spruzzato spray al peperoncino, non capivo più niente, è stato il direttore a sventare l'aggressione".

"Prima che il collega uscisse per postare la cassetta in banca - spiega Chiossi direttore responsabile del Conad di via Venezia - un cliente ci aveva segnalato la presenza di cinque personaggi loschi fuori al supermercato. Sono quindi andato fuori per vedere chi fossero. Ho visto che stavano aggredendo il ragazzo e sono intervenuto. Ci sono stati un po' di strattonamenti, ma niente di grave. I cinque ragazzi si sono subito dati alla fuga. Evidentemente non si aspettavano di vedere me, è stata un'imboscata non andata a buon fine. E' la prima volta che tentano di rapinarci con questa modalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento