menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il 27enne arrestato B.T. e il coltello utilizzato per la rapina

Il 27enne arrestato B.T. e il coltello utilizzato per la rapina

Tento di rapinare l'edicola di via Isola con un coltello: in manette 27enne

Aveva minacciato la titolare dell'edicola con un coltello per spaventarla e farsi dare i soldi, ma la prontezza della donna nel reagire lo aveva spiazzato ed era fuggito

"Mi dia tutti i soldi altrimenti le faccio male". Con queste parole un 27enne incensurato aveva minacciato la titolare dell'edicola di via Isola il 30 novembre scorso poco prima delle 8,30 del mattino. Pensava che intimarle di avere i soldi sotto la minaccia di un coltello affilato potesse bastare, non si aspettava che la donna, invece, avrebbe reagito spingendolo all'esterno e chiedendo aiuto. Spiazzato, il rapinatore si era dato alla fuga e non era stato rintracciato. Grazie alla prontezza di riflessi della donna e all'accurata descrizione del rapinatore, gli agenti della Sezione Antirapine della Mobile sono riusciti a mettersi sulle sue tracce. Si tratta di B.T., 27enne, residente nel parmense che dopo essere stato condotto in Questura ha poi ammesso le sue responsabilità consegnando anche il coltello. Risale ai giorni scorsi l'emissione di ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti del rapinatore.

E' stato denunciato anche un ladro che agiva indisturbato da tempo danneggiando le macchinette automatiche di prodotti alimentari all'interno dell'Ospedale Maggiore per impossessarsi delle banconote da 10 e 20 euro. In ben quattro occasioni il ladro, R.V., un tossicodipendente 34enne, era riuscito come attestano le telecamere, a manomettere le macchinette. E' stato denunciato per furto aggravato continuato.

NOMADE DENUNCIATA PER FURTO - Denunciata anche una nomade per il furto di una borsa ai danni di una donna nel bar di un centro commerciale di Parma. La vittima, in pochi minuti, era stata derubata della propria borsa che aveva appeso nello schienale della sedia del bar, per poi ritrovarla all'esterno dell'edificio totalmente svuotata e gettata a terra. La vittima aveva notato un gruppo di nomadi allontanarsi e pensando si trattasse dei responsabili aveva intimato loro di restituirle i soldi ma loro avevano negato ogni accusa. Una di loro però indica alla vittima un cumulo di banconote gettate a terra, nel contarle la vittima accerta che si tratta di una somma inferiore rispetto a quella rubata e si annota il numero di targa del camper con cui il gruppo si allontana. Elementi che hanno permesso agli investigatori di individuare i reali utilizzatori del mezzo e la responsabile del furto, A.E., 21enne, denunciata per furto aggravato in concorso con l'aggravante di aver utilizzato minori non imputabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento