menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina con la pistola alle Poste e al Picard: 30enne in manette

Un giovane era stato avvicinato e rapinato davanti al bancomat di via Pastrengo in giugno: dieci giorni dopo il tentato colpo nel supermercato di via Spezia. Identificato ed arrestato il rapinatore

Nella tarda serata del 14 giugno un giovane di 29 anni, mentre si trovava davanti allo sportello del bancomat delle Poste di via Pastrengo ha notato un giovane africano che lo osservava da distanza. Ha deciso così di non ritirare denaro e di dirigersi verso la sua automobile ma il giovane era proprio davanti al veicolo e, in quel momento - probabilmente al di fuori del raggio delle telecamere- lo ha minacciato chiedendo il denaro e al suo rifiuti lo ha aggredito con calci e pugni e gli ha puntato una pistola alla pancia. A quel punto il 29enne ha consegnato al rapinatore il cellulare ed è stato poi costretto, sotto la minaccia delle armi, a ritirare 100 euro e consegnarli al malvivente. Il giovane ha descritto l'aggressore ma, in quel momento, gli investigatori non erano riusciti a risalire alla sua identità. Verso mezzogiorno del 23 giugno si è verificata una tentata rapina al Picard di via Spezia: la commessa ha raccontato che un giovane era entrato all'interno del supermercato puntandole una pistola e chiedendo i soldi, dopo un suo primo rifiuto. Il rapinatore però era scappato dopo la reazione della donna, che si è messa ad urlare, e di un cliente, entrato in quel momento nell'esercizio commerciale. In questo caso i poliziotti sono arrivati in breve tempo sul posto e, dopo aver registrato la descrizione dettagliata del rapinatore, sono riusciti ad intercettarlo: dopo un inseguimento è stato bloccato. Dopo la perquisizione nel suo zainetto sono state trovate una pistola a tamburo in metallo cromato, risultata poi a salve ma priva del tappo rosso, cinque pallottole a salve, un cappellino con visiera da baseball, e una sciarpa utilizzata per coprirsi il volto durante il tentativo di rapina in via Spezia. Il giovane nigeriano è stato identificato come Ehiabhi Carlos Banabas di 30 anni ed arrestato in flagranza per tentata rapina pluriaggravata. Dopo il suo riconoscimento da parte del 29enne, vittima della rapina di via Pastrengo, è stato accusato anche di rapina pluriaggravata e di lesioni personali. Banabas ha precedenti per i reati di ricettazione, resistenza a pubblica ufficiale e spaccio di sostanze stupefacenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

  • Cronaca

    Confartigianato: "A disposizione le nostre sedi per le vaccinazioni"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento