Tentato l'assalto armato all'ufficio postale travestiti da netturbini

E' successo nella mattinata di ieri, 2 marzo alle Poste di Barriera Farini: due banditi sono entrati fingendosi operatori ecologici ed hanno puntato la pistola contro i dipendenti

Avevano probabilmente pensato tutto ma un particolare gli è sfuggito: la cassaforte temporizzata. Alle 7.45 di ieri mattina, venerdì 2 marzo, è scattato il blitz dei bandiiti contro l'ufficio postale di barriera Farini, quello posto tra via XXV Aprile e l'inizio di via Solferino. I due rapinatori hanno escogitato uno stratagemma per riuscire ad entrare all'interno della banca: vestiti fa netturbini, con tanto di scope, sono riusciti ad intrufolarsi: hanno raccontato ai dipendenti di dover pulire la parte esterna ma anche quella interna dell'ufficio postale. Una volta dentro hanno preso le pistole in pugno ed hanno minacciato le persone presenti, con la richiesta della consegna del denaro. A quell'ora però non era possibile aprire la cassaforte: il sistema di temporizzazione infatti prevede che si apra automaticamente ad un orario prestabilito. I banditi, vestiti da netturbini e con il volto coperrto, non potevano aspettare e sono scappati dopo qualche minuti, senza bottino. Sul posto sono arrivati i poliziotti delle Volanti che hanno effettuato un sopralluogo, per far partire le indagini. Verranno visionate le immagini delle telecamere dell'ufficio postale e di altre telecamere in zona per cercare di risalire all'identità dei due banditi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • Spettacoli teatrali, arte e mercatini...di Natale: week end ricchissimo

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

Torna su
ParmaToday è in caricamento