Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Rapinarono alcune prostitute: denuncia per tre persone

Gli autori verranno processati per rapina pluriaggravata e porto di oggetti atti ad offendere in concorso: in gennaio le vittime dei furti ricostruirono gli episodi fornendo indicazioni utili sui responsabili

Sono stati denunciati gli autori di tre rapine nei confronti di prostitute effettuate nel mesi scorsi. Si tratta di M.B. (abitante in provincia di Parma) di anni 23 il quale, dopo le iniziali negazioni a qualsiasi contestazione, ha ammesso le proprie responsabilità in relazione alle due rapine in argomento e ad una terza compiuta sempre la sera dell’11 gennaio, ai danni di una prostituta non identificata. In seguito veniva rintracciata G.G. di anni 20, (anch’essa abitante in provincia di Parma), proprietaria dell’autovettura in uso al rapinatore la quale ammetteva di aver partecipato alle tre rapine e di aver avuto il ruolo di autista. Nel corso della perquisizione effettuata a bordo dell’auto della G.G. venivano rinvenuti e sequestrati il berretto, la sciarpa ed il coltello utilizzati dal rapinatore per compiere le rapine in argomento.

Dopo alcuni giorni, veniva rintracciato Z.D. di anni 28 (abitante in provincia di Reggio Emilia), esecutore materiale delle rapine in argomento. I tre, essendo trascorsa la flagranza del reato che consente l’arresto, venivano deferiti in stato di libertà alla Locale Procura della Repubblica per i reati di rapina pluriaggravata e porto abusivo di oggetti atti ad offendere in concorso. Il processo a carico degli indagati si svolgerà nei prossimi mesi.

L’11 gennaio una pattuglia delle Volanti nel transitare in via Emilio Lepido, notava all’interno dell’area di un distributore di carburanti, una giovane prostituta che riferiva ai poliziotti che poco prima, era rimasta vittima di una rapina perpetrata, mentre si trovava appartata con un cliente. In particolare, mentre si trovava in auto col cliente, si avvicinava un’altra vettura dalla quale scendeva un uomo con il volto parzialmente travisato da una cuffia in lana di colore scuro ed una sciarpa di colore bianco, il quale apriva la portiera lato guida e minacciandoli con un grosso coltello, rapinava il cliente del portafogli e la donna della somma di 100 euro per poi fuggire sull’auto guidata da un complice, auto della quale la donna riusciva a rilevare la targa.

Il 12 gennaio una pattuglia si recava in via La Spezia, nei pressi di una concessionaria di auto per segnalazione di una rapina. Sul posto si accertava che un’altra donna dedita alla prostituzione, era stata rapinata mentre si trovava appartata con un cliente. In particolare la vittima riferiva che mentre si trovava in auto col cliente, si avvicinava una vettura dalla quale scendeva un uomo con il volto parzialmente travisato da una cuffia in lana di colore scuro ed una sciarpa di colore bianco, il quale apriva la portiera lato guida e minacciandoli con un grosso coltello, rapinava la donna della borsetta contenente 120 euro per poi fuggire sull’auto guidata da un complice.

Personale della Sezione Rapine della Squadra Mobile, provvedeva a convocare le due vittime le quali presentavano denuncia per le rapine subite, oltre a fornire una descrizione fisica identica, del cliente col quale erano impegnate al momento della commissione del reato. A quel punto, appariva alquanto probabile che il cliente fosse complice del rapinatore e, conseguentemente, che a compiere le due rapine fossero gli stessi malviventi.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinarono alcune prostitute: denuncia per tre persone

ParmaToday è in caricamento