rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Collecchio

Collecchio, tenta di assaltare la sala slot e minaccia la dipendente con un coltello: arrestato 25enne

Il giovane moldavo, cliente della sala scommesse, è stato fermato dai carabinieri mezz'ora dopo il colpo: in casa aveva i vestiti appena usati per il tentativo di rapina e l'auto con il motore ancora caldo

Ha tentato di assaltare la sala slot Royal Vegas di via Nazionale a Collecchio armato di coltello e con il volto coperto da un passamontagna, ha minacciato la dipendente che è riuscita a respingerlo, chiudendo la porta dell'ufficio - con vetro antisfondamento - all'interno del quale erano custoditi i soldi.

Un 25enne di origine moldava, un operaio edile che vive in paese a casa di alcuni connazionali - cliente della sala slot - è stato arrestato dai carabinieri che, nel giro di mezz'ora, sono riusciti ad individuarlo e fermarlo. 

L'episodio è avvenuto alle ore 22 di ieri domenica 13 novembre a Collecchio in via Nazionale. Il giovane, poi identificato in un 25enne, è entrato nella zona riservata ai clienti ed ha cercato, armato di coltello e con un passamontagna a copertura del volto, di rapinare l'incasso avvicinandosi all'ufficio, dove hanno accesso solo i dipendenti.

Dopo aver minacciato l'impiegata con l'arma ha chiesto la consegna dei soldi: la donna è riuscita a chiudere a chiave l'ufficio e a chiamare il 112. Il rapinatore, a quel punto, ha preso a calci il vetro antisfondamento ma senza successo. Poco dopo è scappato senza bottino.

I carabinieri di Collecchio sono arrivati sul posto in pochi istanti e, dopo aver ascoltato la dipendente e visionato le immagini delle telecamere, sono riusciti ad individuare il presunto autore del tentativo di rapina. All'operazione hanno partecipato anche alcuni carabinieri fuori servizio.20221114_110635-3

Il 25enne moldavo, già visto entrare all'interno della sala scommesse, è stato riconosciuto anche perché aveva un tatuaggio sul collo - con un codice a barre e alcune iniziali - e perché era stato fermato recentemente mentre guidava ubriaco con la stessa auto usata per la rapina. 

I militari sono riusciti ad individuare l'abitazione in cui vive a Collecchio - ospite di alcuni amici connazionali - si sono recati sul posto e lo hanno fermato. L'auto, parcheggiata sotto casa, aveva ancora il motore caldo, mentre sul letto c'erano i vestiti usati per la rapina. Il 25enne ha poi ammesso di aver gettato il coltello e il passamontagna nel fiume Taro. 

Per il giovane moldavo sono scattate le manette con l'accusa di tentata rapina aggravata: dopo aver passato la notte nelle celle di sicurezza della caserma stamattina è stato trasferito nel carcere di via Burla, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collecchio, tenta di assaltare la sala slot e minaccia la dipendente con un coltello: arrestato 25enne

ParmaToday è in caricamento