Lo rapina alla stazione: incastrato dal profilo Facebook

Un 22enne è stato arrestato per rapina aggravata dopo le scrupolose indagini che si sono avvalse dei social network: un 20enne era stato aggredito e malmenato per due cellulari, dopo che la trattativa per l'acquisto era andata male

Si erano conosciuti da poco ed avevano concordato lo scambio di un cellulare per 400 euro: un giovane di 22 anni avrebbe dovuto comprare, per la cifra stabilita, il telefonino da un ragazzo di vent'anni. I due ragazzi frequentavano lo stesso Istituto scolastico di Parma ed avevano stabilito di incontrarsi in stazione per effettuare la compravendita. Durante l'incontro il compratore aggredì il venditore: ieri i Carabinieri hanno arrestato il responsabile dell'aggressione per rapina aggravata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo alcuni mesi di indagini i militari sono riusciti a risalire all'identità del rapinatore e lo hanno assicurato alla giustizia: attualmente si trova agli arresti domiciliari, in attesa della prima udienza del processo. Alcuni mesi fa, a febbraio, due giovani si erano trovati in stazione, in un punto non coperto dalle telecamere di videosorvegliana, per effettuare uno scambio, già concordato: 400 euro in cambio di un cellulare usato. Nel momento dello scambio però è nato un diverbio sulle modalità e il venditore si è allontanato: il compratore, un 22enne poi arrestato, ha reagito con violenza, strappando di mano il cellulare oggetto della vendita al giovane e rubandogli poi anche l'altro cellulare in suo possesso. L'aggressore ha malmenato il 20enne che si è poi rifugiato in stazione ed ha avvertito i Carabinieri. LE INDAGINI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Coronavirus, tre decessi a Parma e 18 casi in più

Torna su
ParmaToday è in caricamento