Cronaca Strada Luigi Carlo Farini

Rapina da 1 milione di euro da Valenti: in manette il 4° complice di vent'anni

E' finito in manette anche l'ultimo ricercato per la rapina alla gioielleria Valenti del 26 febbraio. Si tratta di A.G., 20enne brindisino con alle spalle numerosi precedenti penali. Il colpo messo a segno in pieno giorno in via Farini fruttò 1 milione

Con l'arresto di A.G., 20enne brindisino, si chiude il cerchio sul caso della rapina alla gioielleria Valenti di via Farini. Una rapina efferata, messa a segno in pieno giorno nel cuore della città, da una banda di giovani ma esperti rapinatori, tutti di origini brindisine, che poteva contare su un basista in grado di organizzare nei dettagli il colpo. Nel corso della rapina era proprio A.G. a tenere in mano il coltello per minacciare le dipendenti della gioielleria mentre il complice estraeva una pistola e trascinava le due nel retro per poi immobilizzarle. In pochi minuti la banda era riuscita a svuotare la cassaforte e portare via i gioielli per un valore di 1 milione di euro in un borsone sportivo per poi dileguarsi prima in scooter, poi a bordo della peugeot 307 grigia di D.G.A, il basista della banda. A tradirli un'impronta lasciata inavvertitamente da uno dei rapinatori mentre era intento a scavalcare il bancone della gioielleria. Da quell'impronta e dalle immagini del circuito di video sorveglianza gli investigatori sono riusciti a risalire a catena a tutti gli altri complici, D.G.A.,29enne, I.N.19enne e P.D.25enne, individuando anche A.G.

Nonostante la giovane età, 20 anni, A.G. ha già alle spalle numerosi precedenti per furto e rapina. Era stato scarcerato per un reato analogo il 21 febbraio scorso e sottoposto all'obbligo di firma giornaliero presso i Carabinieri di Brindisi, ma si è presentato solo sino al 24 perchè impegnato a organizzare il colpo alla gioielleria parmigiana il 26, neanche una settimana dopo la sua scarcerazione per un altro crimine. Il suo arresto il 20 maggio scorso, quando un agente non in servizio lo ha riconosciuto mentre camminava in una via del centro di Brindisi. Nell'intento di fermarlo è nata una fuga rocambolesca, con A.G. che ha scalcato varie recinzioni cercando anche di nascondersi in una scuola e riuscendo a dileguarsi. Solo mezz'ora dopo, quando la Polizia aveva ormai perso le sue tracce, la chiamata dell'avvocato di A.G. per comunicare che l'uomo aveva intenzione di costituirsi. Finito in manette il 25 maggio scorso, A.G. è accusato di rapina e sequestro di persona. Ora si trova nel carcere di Brindisi assieme ai suoi complici.



 

Potrebbe interessarti: https://www.parmatoday.it/cronaca/rapina-gioielleria-valenti-via-farini-6-arresti.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/ParmaToda
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina da 1 milione di euro da Valenti: in manette il 4° complice di vent'anni

ParmaToday è in caricamento