rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Minacciarono con un coltello un giovane e tagliarono la cassaforte: due arresti per la rapina in villa a Porporano

Arrestati gli altri due componenti della banda che rapinò una villa a Porporano in ottobre. Individuati grazie all'individuazione della Golf nera rubata, al riconoscimento della vittima e ai tabulati telefonici: tutti i dettagli

In manette due componenti della banda che in ottobre avevano rapinato una villa a Porporano. Il 20 ottobre del 2016 alcuni malviventi entrarono all'interno di una villa a Porporano per effettuare un furto. All'interno dell'abitazione era presente un ragazzo, il figlio dei proprietari che, al momento dell'ingresso dei ladri, si trovava nel bagno al piano di sopra. Accortosi del rumori si era visto puntare contro un grosso coltello ed era stato costretto a scendere. Dopodiché i ladri avevano preso un flessibile da una borsa della Conad ed avevano tagliato la cassaforte, fuggendo con un bottino del valore di 5 mila euro. Sul posto era poi arrivata la Polizia Scientifica per i rilievi di rito. Dalle immagini delle telecamere gli investigatori hanno verificato che i malviventi si erano allontanati a bordo di una Golf nera. Il 23 ottobre una sezione della Squadra Antirapine aveva individuato in via Cerchi il punto di appoggio di alcuni ladri albanesi che avevano in uso proprio una Golf nera, un modello identico a quello utilizzato per la rapina in villa a Porporano.

Rapina in villa a Porporano: due arresti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciarono con un coltello un giovane e tagliarono la cassaforte: due arresti per la rapina in villa a Porporano

ParmaToday è in caricamento