Terrore in una villa di Traversetolo: donne legate e minacciate con una pistola dai banditi

Tre rapinatori hanno assaltato l'abitazione nella notte, bottino di migliaia di euro: i carabinieri, usando anche l'elicottero, hanno individuato il covo dei malviventi

Tre donne, madre, figlia e nipote hanno vissuto momenti di terrore nella notte tra venerdì e sabato all'interno di una villa di Traversetolo. Una banda di rapinatori, composta probabilmente da tre persone, ha preso d'assalto l'abitazione per compiere una rapina: due delle tre donne sono state prese in ostaggio dai malviventi che hanno agito con le maniere forti. Hanno legato e minacciato con una pistola una di loro, poi hanno svaligiato la villa e si sono dati alla fuga. La figlia, nascosta nel bagno, è riuscita ad avvertire i carabinieri, che hanno fatto partire da subito le indagini per cercare di identificare i banditi. È entrato in funzione anche l'elicottero dei militari che nella mattinata di sabato 2 giugno ha sorvolato l'abitato di Traversetolo per cercare di trovare il covo dove si nascondevano i banditi. 

L'assalto alla villa e gli ostaggi

L'assalto, messo in atto da un gruppo di professionisti, è andato in scena secondo un piano stabilito prima: i malviventi sono entrati, armi alla mano, nella villetta bifamigliare di prorpietà di una famiglia che gestisce uno dei panifici del paese: il raid è scattato dopo le due di notte. Tre malviventi, armati di pistola e incappucciati, sono entrati nell'appartamento al piano rialzato, dove dormivano la madre di 47 anni e la figlia di 19 anni. I banditi hanno legato i polsi alla madre e l'hanno costretta a rivelare dove si trovasse la cassaforte, oltre alla combinazione per aprirla.

La caccia al covo dei banditi

Dopo aver prelevato contanti e gioielli per un valore di svariate migliaia di euro, si sono portati nell'appartamento al piano terreno, dove vive la madre della 47enne. Hanno svuotato altre due cassaforti, mente le due donne venivano tenute sotto la minaccia delle armi. La ragazza di 19 anni si è chiusa in bagno ed è riuscita a chiamare i carabinieri. I militari, che sono giunti sul posto, pochi minuti dopo che i banditi se ne erano andati, hanno fatto partire una caccia all'uomo durante la notte, anche con l'utilizzo dell'elicottero. Secondo le prime informazioni i carabinieri avrebbero trovato un casolare, che sarebbe il covo dei banditi ed avrebbero anche arrestato un uomo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • Sbarca a Parma la truffa del finto incidente: "Un giovane si butta sotto l'auto, simulando di essere investito"

  • Tenta una rapina al Centro Torri, poi chiama i carabinieri simulando un'aggressione: denunciato

Torna su
ParmaToday è in caricamento