menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapinarono un negozio da parrucchiera aggredendo titolare e dipendenti: 5 arresti

I giovani nigeriani il 31 maggio avevano colpito il negozio di alcuni connazionali: i carabinieri, dopo mesi di indagini approfondite, sono riusciti ad identificare e arrestare tutti i componenti della banda

Rapinarono un negozio da parrucchiera di viale Fratti, gestito da alcuni connazionali: il blitz violento scattò il 31 marzo. Cinque giovani entrarono all'interno del negozio e dopo aver aggredito la titolare e i dipendenti riuscirono a portarsi via 1.500 euro in contanti, un tablet ed un pc, oltre alla catenina d'oro strappata ad una delle commesse. La particolarità della rapina fu che i cinque malviventi, tutti nigeriani, colpirono un negozio gestito da connazionali, puntando probabilmente sul fatto di non essere identificati, visto che non si conoscevano. I carabinieri di Parma, dopo un ampio e dettagliato lavoro di indagine, coordinato dalla Procura della Repubblica di Parma, sono riusciti ad identificare ed arrestare tutti e cinque i componenti della banda. 

L'assalto al negozio di parrucchiera e le immagini in diretta

Il 31 marzo i cinque rapinatori entrano all'interno del negozio a volto scoperto e senza armi ed iniziarono subito ad aggredire la titolare e i dipendenti: una venne presa addirittura per il collo: dopo aver strappato una collanina d'oro presero 1.500 euro dalla cassa, oltre ad un pc e un tablet. Scapparano a piedi per le vie del centro. Il marito della titolare, che si trovava dall'altra parte della città ma aveva il cellulare collegato con le immagini del sistema di videosorvegliana, seguì in diretta la rapina, riuscendo a fare gli screenshot delle immagini che ritraevano i rapinatori.rapina-nigeriani-2

Le indagini e i controlli mirati in centro

Le indagini dei carabinieri iniziano da quì:da giugno a settembre i militari hanno controllato un numero consistente di nigeriani, per cercare di risalire agli autori della rapina. Nel corso dei controlli che si sono svolti in centro e nelle zone 'calde' della città i carabinieri hanno identificato diversi giovani, anche allo scopo di capire chi era stato coinvolto nella rapina. Il 13 ed il 15 agosto due di loro furono arrestati per spaccio di droga: gli altri tre dovevano ancora essere identificati. Uno di loro è stato poi fermato a Tarvisio, vicino al confine, mentre si stava recando in Austria a bordo di un treno mentre gli altri due sono stati fermati in stazione a Parma e in via Venezia. Per le indagini è stato fondamentale anche il soprannome detto da uno dei giovani durante la rapina: da quel particolare il lavoro di indagini dei carabinieri ha permesso di risalire alla sua identità. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento