Parco Ducale, aggrediva ragazzini per rubare pochi euro: arrestato

I fatti risalgono agli ultimi mesi del 2011, quando un tunisino classe 1987 si aggirava al Parco Ducale, senza porsi scrupoli nell'aggredire ragazzini per rubare loro pochi euro e i propri beni personali

Rapine di lieve entità, di appena 10 euro, ma che stupiscono per l'efferatezza e la sfrontatezza con le quali sono avvenute. Teatro della scena in entrambi i casi il Parco Ducale. I fatti risalgono al dicembre scorso. La vittima un ragazzo neo maggiorenne che si trovava al Parco Ducale dopo le 18 quando è stato fermato da un uomo con il pretesto dell'ora, informazione data dal ragazzo tirando fuori dalla tasca il proprio telefono cellulare. Dopo i tentativi di allontanamento da parte del ragazzo a seguito dell'insistenza dell'uomo nel richiedere di poter utilizzare il cellulare del ragazzo per qualche telefonata, l'aggressione. L'uomo ha cercato di infilare le mani nelle tasche del giovane che aveva tentato di scappare ma è poi stato raggiunto e scaraventato a terra riuscendo poi nuovamente a fuggire.

Pochi giorni dopo un'altra aggressione, attorno alla stessa ora al Parco Ducale, dove un altro giovane ragazzo è stato avvicinato dallo stesso personaggio con la richiesta insistente di avere 2 euro. Il giovane dopo le insistenze dell'uomo, ha estratto il portafogli per le monete, ma l'uomo tenendolo bloccato per il giaccone gli ha rubato l'unica banconota presente, 10 euro, per poi completare l'opera strappando dal collo della vittima la collanina d'oro indossata. Non contento, l'aggressore ha cercato di derubare il ragazzo anche degli averi presenti in tasca, ma nel dimenarsi il giovane ha iniziato a urlare, inducendo l'uomo a fuggire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo le denunce e le indagini avviate dalla Sezione Rapine della Squadra Mobile, la segnalazione di una delle due vittime dell'avvistamento dell'aggressore all'interno della Stazione Ferroviaria. In collaborazione con la Polfer, l'uomo è stato immediatamente bloccato e successivamente fermato dagli investigatori della Sezione Rapine. Entrambe le vittime, nel vedere la foto segnaletica, hanno riconosciuto immediatamente l'uomo come loro aggressore. Si tratta di B.H., classe 1987, tunisino, indagato in stato di libertà per rapina e tentata rapina. Gli esiti dell'attività, in considerazione anche dei numerosi precedenti dell'indagato, tra cui furti, lesioni personali e rapina, hanno permesso di emettere un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento