Frantuma la vetrina di un pizzaiolo pakistano: "Ci togli il lavoro"

Episodio di razzismo in via D'Azeglio: un giovane italiano di 29 anni ha minacciato il titolare di una pizzeria con frasi offensive per poi lanciare una bicicletta contro l'ingresso del negozio

via d'azeglio

Attorno alle 4,45 di stamane un uomo, siciliano classe 1984, si è recato presso una pizzeria d'asporto di via D'Azeglio in evidente stato di ebrezza. Dopo aver insultato il titolare, un cittadino pakistano, con frasi come: "Vieni in Italia per togliere il lavoro a noi! Ora ti faccio vedere io!", l'uomo è passato alle minacce, dando vita a una lite sfociata in collutazione. Dopo minacce e offese a sfondo razzista, l'uomo ha preso una bicicletta parcheggiata nei pressi dell'attività e l'ha scagliata sulla vetrina della pizzeria, mandandola in frantumi. L'uomo è stato denunciato a piede libero per danneggiamento aggravato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento