Diritti, democrazia e lavoro: assemblea pubblica in via Cuneo

Previsto per lunedì 12 novembre l'incontro pubblico organizzato dal Comitato promotore del referendum sul lavoro, alla presenza dello storico Marco Revelli e di Giorgio Cremaschi del Comitato no debito

Un'assemblea pubblica incentrata su tre valori fondamentali come i diritti, il lavoro e la democrazia, quella indetta dal Comitato per il referendum sul lavoro, prevista per lunedì 12 novembre alle 21 all'Auditorium Toscanini di via Cuneo. Tre concetti cardine su cui si baseranno gli interventi dei relatori Marco Revelli, storico e sociologo, e Giorgio Cremaschi, del Comitato No debito. "Ogni essere umano e ogni lavoratore ha il diritto ad avere dei diritti, a partire da quello del lavoro – I diritti sono tali soltanto se vengono rispettati e fatti valere ovunque e in ogni situazione", si legge in un comunicato diffuso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

REFERENDUM. "Oggi il lavoro è ferocemente attaccato: blocco dei salari, intensificazione dello sfruttamento, licenziamenti, elevata disoccupazione specialmente giovanile, elevamento età pensionistica e riduzione massiccia delle pensioni per i futuri pensionati. Non c’è democrazia dove, con la scusa del debito pubblico, si demoliscono diritti dei lavoratori conquistati con decenni di lotte, a partire dall’articolo 18 sulla tutela dai licenziamenti arbitrari e discriminatori.

Democrazia è anzitutto riconoscimento della dignità, dei diritti, e della domanda di partecipazione dei lavoratori e dei cittadini". Tra gli obiettivi del comitato promotore del referendum l'abrogazione di quelle che sono state da loro definite "leggi vergogna", si tratta della legge Fornero in merito alla cancellazione dell’articolo 18 dello statuto dei Diritti dei Lavoratori e l’articolo 8 della legge finanziaria approvata lo scorso agosto dal governo Berlusconi riguardo il contratto nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento