Teatro Regio, dipendente sottrae 480 mila euro: appropriazione indebita

Il Procuratore Capo Laguardia ha confermato la notizia che un dipendente, sulla cui identità vige il massimo riserbo, avrebbe 'fatto la cresta' agli assegni negli ultimi anni. Aperto un fascicolo

Un dipendente del Teatro Regio avrebbe sottratto migliaia di euro. Il Procuratore Capo Gerardo Laguardia ha confermato la notizia, anticipata da Polis Quotidiano. Nel corso di alcuni anni un dipendente, sulla cui identità vige la massima riserva, del maggiore teatro cittadino avrebbe sottratto alla struttura quasi mezzo milione di euro. La cifra precisa sarebbe 480 mila euro. Laguardia ha confermato l'apertura di un fascicolo per appropriazione indebita. Secondo l'accusa la persona coinvolta ed ora indagata avrebbe sottratto il denaro ricaricando con una cifra inferiore al previsto l'affrancatrice del teatro. Si sarebbe tenuto il resto. Non spiccioli, ma migliaia di euro. Le indagini sono in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

  • Le contraddizioni del decreto: zona arancione con più limitazioni della zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento