menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Report, i comitati scrivono alla Gabanelli riguardo agli impianti per la combustione di grasso animale

L'argomento è il servizio di domenica scorsa sugli impianti a combustione di grasso animale della provincia di Parma che vengono bloccati (si fa per dire) da alcune leggi interpretabili in maniera diversa da provincia a provincia, i comitati della pedemontana scrivono una mail di osservazioni alla conduttrice di Report...

A seguito del servizio di Report andato in onda domenica scorsa 18 ottobre su Rai3 riguardo agli impianti a biomassa che trasformano il grasso animale in energia nella provincia di Parma, alcuni comitati locali (Comitato no cogeneratore al Poggio, Comitato Pilastro Arola Calicella, Comitato ambientale Felino S.Michele Tiorre Calicella Pilastro Langhirano e ReteAmbiente) hanno ritenuto doveroso replicare proprio per la leggerezza con cui è stato trattato l'argomento.

Per esempio "non è stato considerato un impianto a grasso animale tutt'ora funzionante della ditta Citterio" scrivono i comitati che lamentano come questo servizio "non abbia dato voce alla cittadinanza che si impegna a portare avanti cause civili come la difesa della salute e del territorio".

Così hanno deciso di inviare una lettera a Report per esporre le loro osservazioni...

LA LETTERA DEL COMITATO -  I comitati della provincia di Parma, in rappresentanza dei tanti cittadini che risiedono proprio nei luoghi dove si è svolto il vostro servizio  “grasso che sola”, sono rimasti sorpresi per l'informazione che è stata divulgata in quanto non è stato considerato un impianto a grasso animale tutt'ora funzionante della ditta Citterio. 

Suddetto impianto ha dimostrato fin dal suo avvio diverse criticità: dagli sversamenti di soda nel rio limitrofo al grippaggio del motore, senza contare le esalazioni a cui gli abitanti vengono sottoposti.

L'ente Provincia -chiamato in causa nel reportage- pur classificando il grasso animale come rifiuto, ha tuttavia autorizzato la costruzione dell'impianto Citterio poiché, in questo caso, il grasso viene trattato in loco.

Inoltre il servizio riporta come unici interlocutori i promotori di questo tipo di impianti a discapito delle ragioni, suffragate dalla libera e non istituzionalizzata comunità scientifica, che i comitati locali sostengono.

Stride altresì l'ipotesi di inquinamento riferibile unicamente al traffico stradale. 

Infine fa riflettere la pressione che indirettamente il vostro servizio esercita sulla opinione pubblica come pure l'intesa dichiarata con gli organi istituzionali e politici, affinchè si modifichi la legge attuale a favore degli interessi dei costruttori e gestori di questi impianti.

Dispiace vedere come un programma di ottima informazione giornalistica come il vostro non abbia considerato le suddette argomentazioni e non abbia dato voce alla cittadinanza che si impegna a portare avanti cause civili come la difesa della salute e del territorio, messa a rischio da continue speculazioni e interessi economici privati e pubblici, volti alla depauperazione delle economie locali.

Comitato No cogeneratore Poggio

Comitato Pilastro Arola Calicella 

Comitato ambientale Felino S.Michele Tiorre Calicella Pilastro Langhirano

Rete Ambiente Parma

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento