Ria Grant Thornton: a parma il 64% delle aziende ha un indebitamento inferiore ai mezzi propri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Da una ricerca elaborata da RIA Grant Thornton - società indipendente a capitale interamente italiano, leader nella revisione e organizzazione contabile e member firm italiana di Grant Thornton International - condotta su un campione di 7.000 Imprese emilliano-romagnole con un fatturato superiore ai 5 milioni di euro, emerge che tre Aziende su cinque (pari al 64% del totale) hanno un livello di indebitamento inferiore ai mezzi propri.

Un dato molto positivo - che fotografa una situazione economicamente sostenibile di quelle Aziende, i cui mezzi propri sono in grado di coprire l'indebitamento - che evidenzia come la maggior parte delle PMI emiliano romagnole siano riuscite a creare valore e innovazione nonostante una congiuntura economica non favorevole.

Proprio per enfatizzare i risultati eccellenti delle Aziende che hanno saputo affrontare la crisi economica, garantendo la crescita e il mantenimento di positivi indicatori economici, RIA Grant Thornton lancia la quarta edizione del premio "Le Tigri": riconoscimento realizzato con il contributo del Banco Popolare e Quaeryon, che vede il supporto scientifico di Cerif - Centro di Ricerca sulle Imprese di Famiglia dell'Università Cattolica, Fondazione CUOA e Kilometro Rosso, aperto a tutte le PMI italiane, società di capitali e gruppi non quotati, con un fatturato superiore ai 10 milioni di euro.

Nel dettaglio, l'analisi condotta sui bilanci 2011 delle circa 7 mila Aziende (fonte AIDA), ha evidenziato che ben il 64% delle Aziende ha un livello di indebitamento inferiore a 1 - denotando quindi come i mezzi propri siano superiori alla leva finanziaria - mentre il residuo 36% presenta un indice di indebitamento superiore a 1: di questi l'11% mostra un indice tra 1 e 2 e solo il 25% delle aziende del campione presenta un indice superiore a 2, livello che potrebbe rappresentare un primo sintomo di squilibrio finanziario.

Nella classifica per Provincia delle aziende virtuose, sul podio troviamo Bologna che vanta il 70% di aziende con un indice inferiore a 1, seguita da Ravenna e Reggio Emilia (65%), Parma (64%), Modena (63%), Rimini (62%), Ferrara (61%), Forlì-Cesena e Piacenza (58%).

"Dall'analisi emerge una fotografia molto buona della situazione patrimoniale delle Aziende emiliane - dichiara Silvia Fiesoli, partner RIA Grant Thornton - che hanno saputo rispondere alla crisi con coraggio e passione, identificando innovative soluzioni strategiche, che hanno consentito a queste Imprese di crescere e affermarsi. A tutte loro è rivolto il nostro invito a candidarsi alla quarta edizione del premio "Le Tigri"."

Torna su
ParmaToday è in caricamento