menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evasione dal Rems di Mezzani, Rainieri (LN): "Perchè quell'uomo era stato portato lì?"

Il consigliere regionale afferma che sarebbero state necessarie maggiori misure di sicurezza e ritiene che ora le forze dell'ordine dovranno inseguire l'ennesimo straniero delinquente. Infine si rivolge al Prefetto: "Perchè la cittadinanza non è stata informata della fuga in tempi brevi?"

Dice la sua il consigliere regionale della Lega Nord Fabio Ranieri dopo l’evasione del detenuto dal Rems di Mezzani, avvenuta mercoledì scorso: “Gli sono bastate 24 ore dopo il trasferimento dal carcere di Piacenza per fuggire, ora la comunità ha un delinquente in più a piede libero, e il Prefetto cosa fa? Sta a guardare. Grazie anche ad Alfano, e alle sue leggi che rendono l’Italia ogni giorno meno sicura”. 

“In quella struttura, nata dopo la chiusura dell’ospedale psichiatrico giudiziario, non sono presenti secondini o celle: e allora perché quell’uomo, dal carcere, era stato accompagnato lì? Perché ora le nostre forze dell’ordine devono rincorrere l’ennesimo immigrato delinquente?” – attacca l’esponente del Carroccio.

“Presenterò un’interrogazione in Regione – spiega – perché quelle strutture sono sotto l’egida regionale, per capire cosa sia accaduto, ma ad Alfano chiedo: perché? Perché vogliamo avviare al recupero, a spese degli cittadini, delinquenti mascherati da malati mentali, spesso non italiani, che alla prima occasione, per tutto ringraziamento, si danno alla fuga sbeffeggiandoci?”

Ranieri si rivolge ancora una volta al Prefetto Forlani: “Non ritiene che la cittadinanza, soprattutto quella della bassa parmense, avrebbe meritato di essere informata subito di quanto accaduto, ovvero che a spasso per il proprio territorio vi era un evaso? E non sarebbe stato il caso di diffonderne la foto, anziché facilitarne la fuga con un silenzio assoluto durato 24 ore? Se non sa garantire la sicurezza dei propri cittadini, vada a casa”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento